Alla scoperta delle tracce della lotta

L’impegno di donne e uomini a favore della parità di diritti (politici) era già incominciato decenni prima dell’introduzione del suffragio femminile in Svizzera. Mettete in evidenza queste tracce nel vostro Comune. Dove si manifestava con particolare efficacia l’azione politica? Dove hanno lasciato le loro orme le pioniere e i pionieri che hanno spianato la strada alla svolta epocale? In molti luoghi, un lavoro storico certosino ha permesso di riportare alla luce queste testimonianze e i diversi eventi, in altri sono, nel vero senso dell’espressione, «scolpiti nella pietra» e tutt’ora visibili.

Come concretizzare l’idea?

Riflettete su quali luoghi del vostro Comune possano avere un riferimento storico o politico, consultate gli archivi. È possibile che un’associazione possa darvi una mano o che troviate testimoni che vi raccontino le loro esperienze.

Fate in modo che la proposta sia variata. Programmate la visita a un unico luogo o a più luoghi in successione. Passate parola, coinvolgete politiche e politici locali in grado di raccontare storie interessanti e di entusiasmare ascoltatrici e ascoltatori.

Concludete la visita per esempio con un aperitivo, un’ottima occasione per una chiacchierata e uno scambio di opinioni.

Come organizzare l’evento?

  • Ore 18: appuntamento al Municipio/in un luogo centrale
  • Ore 18.15: visita ai luoghi in cui le protagoniste e i protagonisti della lotta per il suffragio femminile hanno lasciato tracce e scritto la storia
  • Ore 19: conclusione con un aperitivo presso il Municipio, in un ristorante o in una scuola

Che cosa serve?

  • Persone in grado di fare da guida e da cicerone
  • Eventualmente documenti originali da mostrare (foto, volantini ecc.)
  • Un locale/posto per l’aperitivo

Osservazione: se possibile, proporre la visita in diverse fasce orarie per consentire a tutti di partecipare, indipendentemente dagli impegni professionali e/o familiari.

Fonti di ispirazione

  • Diverse città svizzere propongono visite tematiche sulla base di fonti storiche. Nate sull’onda di un movimento comune negli anni Novanta, costituiscono ora associazioni autonome. Nel 2019, per esempio, l’associazione di Zurigo organizza due visite dedicate alla privazione dei diritti politici delle donne. Maggiori informazioni qui.
  • Con le tre guide cittadine «Miis Züri», «Mis Lozärn» e «My Baasel» i lettori di nove spedizioni attraverso la Svizzera centrale e le due città di Zurigo e Basilea riscoprono la storia spesso dimenticata delle donne della regione.